ⓘ Josip Bitežnik

                                     

ⓘ Josip Bitežnik

Josip Bitežnik, italianizzato in Giuseppe Biteznik, è stato un politico, giurista e docente austriaco naturalizzato italiano di etnia slovena.

                                     

1. Biografia

Dopo aver completato una scuola popolare nella a Salcano e il ginnasio a Gorizia, studiò legge allUniversità di Graz e allUniversità di Vienna. Nel 1914 con lo scoppio della Prima guerra mondiale entrò nellEsercito austroungarico e venne catturato sul fronte della Galizia nel 1916. Rimase in prigionia fino al 1919. Nel 1920 ricevette il dottorato allUniversità di Zagabria e nel 1921 tornò a Gorizia. Nel decennio 1921-1931 fu molto attivo in unorganizzazione sociale cristiana per la minoranza slovena. Come studente di Janez Evangelist Krek, si dedicò alle questioni sociali nel territorio del Goriziano. Partecipò anche allAssociazione di stampa cattolica slovena, allAssociazione cooperativa e allAssociazione educativa di Gorizia, ed è stato Segretario dellUnione degli agricoltori sloveni. Nel 1922 entrò in disaccordo con lassociazione politica Edinost a Trieste, quindi fondò unassociazione politica indipendente a Gorizia ne venne eletto segretario.

Si candidò alle elezioni del 1924 nella Circoscrizione Venezia Giulia allinterno delle Liste di slavi e di tedeschi per la Camera dei deputati ma non venne eletto. Nel 1930, quando il fascismo impediva ogni attività alla minoranza slovena, si ritirò a Vienna, dove lavorò per diversi anni nel risolvere problemi di minoranza europea. Nel 1937 emigrò nel Regno di Jugoslavia e ha continuato il suo lavoro di giurista inizialmente a Maribor 1937-1939, poi a Lubiana 1939-1941 e infine a Belgrado 1941-1945. Durante la Seconda guerra mondiale e loccupazione della Jugoslavia si avvicinò alla resistenza con un gruppo organizzato di rappresentanti del campo politico cattolico sloveno a Belgrado. Tornato da Belgrado, si trasferì nuovamente a Lubiana e tornò a Gorizia nel 1946 anche in seguito alla nascita della Repubblica Federativa Popolare di Jugoslavia con Tito.

Gli ultimi si dedicò ai giovani e come professore, dapprima insegnò sloveno, poi in un ginnasio inferiore. Gradualmente iniziò ad agire politicamente di nuovo nel quadro dellAlleanza socialista cristiana slovena a Trieste.

Morì a Gorizia nel 1960 a 69 anni detà.